Arredare Casa: essere felici, una stanza alla volta

Casa moderna, bianca, luminosa


Una casa moderna e dalle linee pulite, sì, ma l’ultima parola che si vuole da utilizzare per la propria casa è "clinica". Eppure questo è quello che i proprietari hanno sentito quando si sono trasferiti in quest’abitazione tutta bianca che gli ha dato l’università di Chicago tre anni fa.

Chiunque altro avrebbe provato timore per il pavimento in linoleum grigio chiaro e le austere pareti bianche mam difronte a queste sfide, Giovanna e Michael sono riusciti a creare una casa serena ed elegante ricca di personalità. In pratica hanno valorizzato proprio queste caratteristiche "negative".

Invece di concentrarsi sui potenziali effetti negativi dell’appartamento, che è davvero grande, circa 300 mq, Giovanna–che è di Roma–e Michael hanno visto subito tutte le possibilità offerte dal suo ampio spazio, le grandi finestre e lo spazio relativamente aperto tra le stanze. Hanno sfruttato la luce solare abbondante e la splendida vista del centro di Chicago e del Lago Michigan, mantenendo le camere luminose e ariose.

Soprattutto, la loro casa è un esercizio di equilibrio. Nella camera da letto, Giovanna e Michael hanno mantenuto gli arredi limitati, quasi minimalisti, ma quello che c’è è accogliente, chic e invitante. Tutta la casa risulta happy chic. Lo stile di base era vecchiotto o anni 50 ma questi aspetti sono stati temperati con l’aggiunta di altri arredi in stile contemporaneo. Hanno anche aggiunto sprazzi di colore senza snaturare il tono luminoso e neutro della casa. A mio avviso, l’ufficio offre l’esempio più evidente della loro abilità combinatoria. Un tappeto rosso-arancio offre un colpo di colore vivace mentre le linee pulite dei mobili mantengono una sensazione di spazio, creando una perfetta combinazione di confort ed efficienza.

Tale distribuzione attenta degli elementi rende l’appartamento sofisticato e semplice, pur essendo pieno di carattere. Adottando le sue caratteristiche migliori, Giovanna e Michael hanno creato una casa accogliente che colpisce per il notevole equilibrio tra interesse e facilità e "pulizia".


Il nostro stile
: Design moderno. Ho cercato però di imitare ciò che ho amato nella nostra vecchia casa di famiglia alle porte di Roma: la luce naturale, una grande biblioteca, le piante e un buon impianto stereo.

Elemento favorito: Tutte le finestre, la modanatura fra pareti e soffitto (anche se è stata dipinta molte, molte volte), la libreria incassata e le ampie camere.

La sfida più grande: I pavimenti in piastrelle scadenti o in vecchio linoleum, perché siamo stati in grado di mascherarlo (o distrarre da loro), così la maggior parte gli amici non se ne accorge subito.

Cosa dicono gli amici: "Ottima vista," e "E’ davvero un residence universitario?"

Il più grande imbarazzo
: Il nostro edificio è vecchio, quindi i problemi sono abbastanza standard–la crepa sui muri, la pittura vecchia, la modanatura si scheggia regolarmente–ma non è così male, così non ci lamentiamo!

Fiero fai da te: Il comò in camera da letto. Lo volevamo White Attic, invece lo abbiamo comprato vecchio e usato, lo abbiamo carteggiato e ridipinto tutto. Per qualsiasi vero fai da te questo non è impressionante ma questo e aver appeso gli scaffali Ikea in cucina ci ha fatto sentire molto fieri di noi stessi.

La più grande indulgenza
: I tappeti e la tappezzeria nuova su diversi elementi, che abbiamo fatto in un periodo di due anni a causa del costo.



Migliori consigli
: Non spingere tutti i mobili contro i muri; c’è la ripetizione di "temi" in tutte le camere, quindi c’è una certa uniformità, ma ogni spazio ha ancora il suo look e il suo gusto, e appendere sempre quadri belli più di quanto si pensa si dovrebbe. Tutti i buoni consigli del mio caro amico stilista!

Fonti del sogno: Roma, Scout Chicago, Unison Home, NYC Craigslist.

Ti interessa anche...

Link personalizzati

1 Commento

Real Time Web Analytics