Arredare Casa: essere felici, una stanza alla volta

Come si fa a scegliere una donna delle pulizie


Il tempo è breve e pulire casa non è divertente: abbiamo deciso di scegliere una donna (o un uomo) delle pulizie, una colf. Insomma, una che ci aiuta.

man-cleaning

Perché dopo una lunga settimana di lavoro e girni sempre pieni con la famiglia, la pulizia è uno degli ultimi modi con cui si desidera trascorrere il nostro tempo libero. Se mantenere una casa ordinata è uno dei propositi dell’anno nuovo, considerate di assumere una collaboratrice domestica professionale.

Se si hanno i mezzi per assumere una donna delle pulizie professionale, io sicuramente lo consiglio. La mia famiglia l’ha assunta pochi anni fa. Tutto è iniziato come un’occasione speciale per pulire a fondo vetri e pavimenti. Dopo ci siamo resi conto di quanto ci è piaciuto–quanto tempo libero in più e quanto ci ha fatto più felice. Così abbiamo deciso di fare il grande passo e utilizzare il servizio mensile. A parte il fatto che bisogna sempre mettere in regola le colf professionali anche per questioni assicurative, vi diamo un paio di consigli su come assumere una persona qualificata e avere un rapporto di successo con la vostra donna delle pulizie professionale.

Prendete le referenze. Questa è la prima regola perché come con la maggior parte degli altri servizi il passaparola è il migliore. Chiedete ad amici, parenti, vicini e colleghi di lavoro. La nostra donna delle pulizie puliva anche uno dei miei vecchi uffici e la casa del mio datore di lavoro. Grazie alla mia esperienza con la qualità del suo lavoro e quella del mio capo e la lunga relazione professionale con lei, mi sentivo molto a mio agio a farla venire a casa mia. E soprattutto potevo fidarmi.

Ricerca. Se non avete a chi rivolgervi, fate una diligente ricerca online. Scoprite le agenzie ormai presenti nel nostro territorio e le varie recensioni per assicurarvi che non ci siano storie di orrori o segreti particolari per cui stare lontano da quei dipendenti.

Indipendente o azienda? La mia collaboratrice domestica è indipendente e questo mi piace molto. Lei è l’unica che viene (a volte con un altro assistente, che conosco) e non devo preoccuparmi di altri estranei in casa mia. Tuttavia, se si utilizza una società su vasta scala si hanno altri vantaggi come la copertura di responsabilità, una grande disponibilità di personale, la varietà se si preferisce non avere la stessa persona ogni volta e un salario potenzialmente più basso.

Pagate le tariffe giuste. Assicuratevi di sapere il prezzo, a ora o forfettario. Se si tratta di un importo forfettario scoprite cosa è incluso nella tariffa flat. Se è ora, siate sicuri di farvi fare un preventivo sul tempo necessario e su ciò che è incluso in una sessione media di lavoro. Scoprite quanto costano i servizi speciali. Se la vostra donna delle pulizie fa un lavoro particolarmente buono, fatele sapere che avrà un regalo o una gratifica annuale.

Trovate specialisti, se necessario. Decidete se avete bisogno di uno specifico tipo di colf. Se siete alla ricerca di un pulitore di "verde", avrete bisogno di cercare una collaborattrice domestica che è spacializzata in questo. Alla mia colf formisco semplicemente i detersivi che voglio utilizzare, così posso sempre sapere quello che viene utilizzato e che tutto è eco-friendly. Lei pensa a tutto il resto, è una professionista completa.

Comunicate. Assicuratevi di fornire tutte le informazioni importanti–sull’appartamento, gli animali domestici, le piante indoor, il servizio di spazzatura, ecc. Se avete delle richieste particolari o se c’è un settore che ha bisogno di una pulizia profonda o una particolare attenzione, non sentitivi in colpa: tutto quello che dovete fare è chiedere (e magari pagare un piccolo extra). Se c’è qualcosa che volete che la vostra collaboratrice domestica professionale cambi o faccia, datele presto un feedback. Se per un pezzo di arredamento avete delle richieste di pulizia specifiche, non dimenticate di farglielo sapere. Allo stesso modo, se c’è qualcosa che ha fatto particolarmente bene e che avete apprezzato, sarebbe felice di saperlo!

Stabilite chiaramente i limiti. Un esempio? Niente cellulare mentre si lavora. Non aprire mai ad estranei, neanche al personale che legge i contatori, e così via.

Pulite prima che pulisca! La vostra donna delle pulizie non è il vostro organizer. Assicuratevi di mettere via le cose, di tirarle su, di tenerle il più possibile in ordine in modo che la collaboratrice domestica professionale possa fare bene il suo lavoro. Se gli oggetti o peggio ancora le coarte sono lasciate fuori sarà più difficile pulire o lucidare le superfici e rischiate di trovarle fuori posto e di non trovarle, se ci mette le mani lei.

Avete in casa una donna delle pulizie professionale? In questo caso lasciate i vostri suggerimenti e i vostri consigli nei commenti qui sotto!

Ti interessa anche...

Link personalizzati

Real Time Web Analytics