Arredare Casa: essere felici, una stanza alla volta

Ristrutturare la cucina tenendo i costi bassi


Per mantenere sotto controllo i costi di ristrutturazione della cucina è necessario pianificare in anticipo, essere disposti al compromesso e tenere le emozioni fuori dal quadro finanziario. Ecco alcuni suggerimenti.

1. Identificare le alternative alla vostra portata che assomigliano a prodotti costosi.
Molti laminati e superfici solide sono disponibili in colori e modelli che assomigliano al granito e altri ripiani in pietra naturale.
I pavimenti in vinile, sia in piastrelle sia in fogli, offrono colori e modelli che sembrano mattonelle di travertino o altra pietra per il pavimento. Oppure ce ne sono alcuni di colori spiritosi.
I pavimenti in laminato che sembrano di legno sono molto meno costosi di pavimenti in legno vero.
Rifare o rimettere a posto gli armadi esistenti invece di comprare quelli nuovi.
Scegliere dei mobili in serie invece di quelli fatti su misura o personalizzati. La maggior parte delle linee di mobili in serie offrono più scelte di materiale, di forma, di colore e di accessori rispetto al passato.
Ifrigoriferi staccati sembrano quelli a incasso perché non sporgono oltre i mobili ma costano quasi il 50 % in meno.

2. Non modificare molto la disposizione.
Se si tengono i propri elettrodomestici, i lavandini, i rubinetti e le luci dove sono, è possibile utilizzare l’impianto idraulico esistente, le linee del gas e le prese elettriche. Spostare gli elettrodomestici può aggiungere molti costi al lavoro. Inoltre, ogni volta che si tagliano le pareti, si corre il rischio di scoprire un problema che deve essere risolto, specie se la casa è antica o vecchia. Molti di questi problemi dovranno essere affrontati prima o poi, ma avete spostato in avanti il periodo di tempo.

3. Pianificare il peggio; sperare per il meglio.
Mettere da parte almeno il 10 % del proprio budget per le spese impreviste, che ci sono sempre. Questi possono includere:
Bonifica amianto
Adeguamenti del quadro elettrico
Formiche o termiti nei muri, nel pavimento o nelle finestre
Perdite idrauliche nelle pareti
Problemi strutturali che richiedono interventi di riparazione
Infissi marci
Isolamento improprio

4. Fare un po’ di lavori da soli.
Fare dei lavori relativamente facili come le piccole demolizioni (rimozione di armadietti o pavimenti), la pittura di muri e soffitti o anche pavimenti, la sostituzione dell’hardware.
Attenzione a fare più di quanto si sa fare. Non è raro un fai da te disastroso per poi cercare un idraulico io un elettricista un professionista per una soluzione costosa quando il lavoro si rivela troppo impegnativo.

5. Salvare i dettagli per la successiva decorazione.
È sempre possibile aggiungere tocchi personalizzati e aggiornamenti, modanature, hardware decorativi, organizzatori negli armadietti ecc. lungo la strada. Realizzare il progetto in fasi probabilmente costerà di più nel lungo periodo, ma vi aiuterà a breve termine.

6. Distinguere tra bisogni, desideri e cose che davvero volete.
Fate una lista di tutto quello che volete fare nella tua nuova cucina per poi classificare ogni articolo secondo il seguente sistema. Un bisogno è quello che si deve avere: un frigorifero funzionante, per esempio.
Una cosa superflua è quella che sarebbe bella se potesse essere realizzata: ad esempio, un frigorifero nuovo in acciaio inox. La maggior parte delle persone non può permettersi tutto quello che desidera, è normale.
I desideri sono gli elementi che sogniamo, per esempio una suite completa di apparecchi di tipo commerciale. Alcune persone possono permettersi la loro cucina da sogno, il resto di noi dovrà aspettare finché si vince la lotteria. Ricercare i prezzi dei prodotti nelle prime fasi del processo di pianificazione può aiutare a farsi un’idea realistica di ciò che rientra nei vostri mezzi finanziari.

Ti interessa anche...

Link personalizzati

Real Time Web Analytics