Arredare Casa: essere felici, una stanza alla volta

Perché lasciare l'aria condizionata o il climatizzatore accesi


La maggior parte delle persone decide stare senza aria condizionata in casa e di spegnere il condizionatore d’aria o il climatizzatore, negli appartamenti moderni, quando parte per le vacanze.

Oltre a essere green–rispetto dell’ambiente, riparmio energetico, benessere del pianeta, riduzione di anidride carbonica e così via -, questo aiuta anche a risparmiare sulla bolletta elettrica di quel mese in modo significativo. Ma abbiamo un amico che vive in Arizona e insiste a non spegnere mai il condizionatore e il climatizzatore in garage nei suoi viaggi verso la costa est. Perché no? A causa dei suoi computer e del router in garage.

Si sa infatti che l’intervallo di temperatura sicuro per il portatile è 10°-33 ° C. Questo è il motivo per cui le stanze dove vi sono i computer aziendali di solito sono fredde, sotterranee e refrigerate. Queste sono anche le stesse temperature in cui il corpo si sente a suo agio a lavorare, quindi di solito non è un problema mantenere in casa (e tantopiù al lavoro) la tecnologia in quel range di sicurezza.

Ma quando si parte per le vacanze si lascia a casa tutta l’attrezzatura, lasciandola stufare come fosse un cibo in una camera senza aria condizionata. E se si vive in un posto davvero caldo come il nostro amico, o sottotetto a Milano, si sottopone tutto l’high tech a temperature anche molto al di fuori di tale intervallo.

Se è esposto a molto calore durante la settimana di vacanza, o peggio se state via per più tempo e il clima è davvero caldo e la termperatura interna si surriscalda, il vostro computer può rimanere danneggiato. Intanto il super caldo rende la vita della batteria del portatile più debole nel lungo periodo. E tutte quelle componenti interne del computer tanto delicate, che fanno lavorare il tutto, non vanno meglio: il vostro disco rigido potrebbe espandersi causando danni permanenti.

Ieri per esempio il router per lo wi-fi in casa è saltato–ho l’aria condizionata rotta e non vedo l’ora che arrivi il tecnico ad aggiustarla–e il motivo era solo che faceva così caldo che l’impianto staccava tutto automaticamente da solo.

Invece, provate a lasciare il set di condizionatore d’aria o il climatizzatore a  una temperatura che è all’interno del range di sicurezza, ma ancora abbastanza alto per aiutarvi a risparmiare qualche soldo sui servizi. Un termostato impostato a 28-30°C vi darà una piccola rete protettiva di sicurezza in caso faccia veramente troppo caldo. La casa sarà climatizzata a una temperatura troppo alta per gli umani, ma giusta per l’high tech. E quello che sembra un risparmio sulla bolletta elettrica non si trasformerà in un disastro.

Ti interessa anche...

Link personalizzati

1 Commento

Real Time Web Analytics